Ready.

Chall021

Ieri sera ho visto, per la prima volta con una certa attenzione, Vanishing Point (USA, 1971). Un racconto spietato sulle ossessioni e sull’ineluttabilità del destino che  tu stesso ti sei costruito. L’insidia della routine. L’idea che nulla possa essere cambiato può portare ad una fine spietata, senza sfumature, proprio come nel film, di cui non vi racconto nulla.

Ho tirato a lungo, per il gusto della guida e per il sapore che solo una certa tensione può darti. Un anno fa però, ho ipotizzato che la strada che stavo percorrendo fosse sbagliata… persino pericolosa. Mi sono fermato. Mi sono guardato intorno. Mi sono seduto sul cofano a bordo strada chiedendomi se la corsa avesse ancora un senso.

A Gennaio scrivevo così. Ready. Una nuova avventura lavorativa. Una nuova partenza. Un nuovo gruppo di lavoro. Un rinnovato entusiasmo. Vecchi input con nuove prospettive.  Sono passati sei mesi e posso dire di averci visto giusto. Quella fermata è stata fondamentale. Non erano il cosa o il come ad essere sbagliati. Il perchè era la questione.

cri.

 

ps_ Perchè un challenger r/t? Guardatevi Vanishing Point. Poi sarà tutto più chiaro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...